Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Biscaro Martina, Benetton Maria. Il passaggio di consegne tra Emergenza Territoriale e Pronto Soccorso: studio osservazionale con metodo SBAR. Scenario 2014;31(1):40–47. 
Added by: Paola Cortesini (23/08/2014 16:48:07)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Biscaro2014
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Gruppi occupazionali, Infermieristica di comunità, Infermieristica specialistica, Legislazione, Management, Metodologia dell'assistenza infermieristica, Metodologia della ricerca, Scienze della formazione
Sottocategorie: Codici deontologici, Esercizio professionale, Formazione del personale, Formazione permanente, Infermieri, Infermieristica in area critica, Infermieristica in area critica, Organizzazione del lavoro, Processo di assistenza, Ricerca descrittiva, Valutazione infermieristica, Valutazione infermieristica
Keywords: Dipartim. di emergenza e accettazione (DEA), Emergenze, Formazione permanente, Servizio 118
Autori: Benetton, Biscaro
Collezione: Scenario
Visualizzazioni: 4/1803
Indice di Visite: 25%
Indice di Popolarità: 6.25%
Allegati    
Abstract     
(Trascritto dall'articolo).
Introduzione: il passaggio delle consegne tra il personale del servizio di emergenza 118 e il personale di Pronto Soccorso ha importanti implicazioni per la cura del paziente. È essenziale quindi che la trasmissione delle informazioni avvenga in maniera completa e corretta, rapida ed efficace. L’obiettivo di questo studio osservazionale-descrittivo è indagare le modalità di passaggio di consegna dell’equipaggio sanitario (non volontario) dall'ambulanza agli infermieri del Pronto Soccorso e successivamente, confrontare tale metodo con il metodo SBAR (“Situation”, “Background”, “Assessment”, “Recommendation”) consigliato in letteratura e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).
Materiali e Metodi: attraverso una griglia di osservazione, costruita appositamente e basata sulla letteratura riferita al metodo SBAR, sono stati registrati: tempo medio di passaggio di consegne suddiviso per codice-colore di gravità; quantità di informazioni riportate; ordine di esposizione; completezza delle informazioni; anzianità di servizio e percorso formativo post-base del personale del servizio d’emergenza 118.
Risultati: sono stati osservati 121 passaggi di consegna effettuati da 20 infermieri, sul totale di 27 operatori. Sono state rilevate varie criticità sulla comunicazione, la quale risulta a volte non ordinata, incompleta e a rischio di inadeguatezza rispetto ai criteri OMS, particolarmente nell'articolazione logica dei vari passaggi, sulla completezza e sul numero di informazioni trasferite. Il numero di informazioni nei casi di trauma sono superiori rispetto ai casi di malore, indipendentemente dal codice colore. L’ordine di esposizione SBAR è rispettato completamente solo per i codici Rossi.
Discussione e conclusione: la maggior parte dei soccorritori non rispetta un ordine progressivo nel passaggio delle consegne e nel 30% l’ordine è completamente casuale. Adottare un modello standardizzato nel passaggio di consegne può migliorare l’efficacia e l’efficienza dell’intervento. L’utilizzo del metodo SBAR anche in emergenza potrebbe essere la soluzione, in quanto favorisce la trasmissione delle informazioni in maniera semplice, completa, sintetica e ordinata.
Parole chiave: Passaggio di consegne, Emergenza Territoriale, Pronto Soccorso, Metodo SBAR.
Added by: Paola Cortesini  Last edited by: Paola Cortesini