Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

WIKINDX Resources  

Baglio Giovanni. Tubercolosi e immigrazione: le risposte che l’epidemiologia può dare (e che la società attende) [Editoriale]. Epidemiologia & Prevenzione 2015;39(2):73–74. 
Added by: Mauro Iossa (9/12/15, 9:49 PM)   
Resource type: Journal Article
BibTeX citation key: Baglio2015
View all bibliographic details
Categories: Igiene, Strutture sanitarie
Subcategories: Laboratori biomedici, Malattie infettive
Creators: Baglio
Publisher:
Collection: Epidemiologia & Prevenzione
Views: 14/779
Attachments  
Abstract
In quanto patologia riemergente, la tubercolosi è sicuramente una patologia che non è scomparsa. In Italia negli ultimi 15 anni il numero di casi di tubercolosi è rimasto pressoché costante. Se si analizzano però i dati relativi agli stranieri, emerge un aumento del numero di notifiche dal 37% nel 2003 al 56% nel 2012. Dati che indicano particolare vulnerabilità degli immigrati alla tubercolosi. Se questi dati vengono messi in relazione con l’aumento della popolazione straniera in Italia si nota che la percentuale diminuisce con valori quasi dimezzati nell’arco di un decennio. In pratica il numero crescente di casi è interamente spiegato dall’incremento demografico, mentre il rischio è addirittura in calo. Le raccomandazioni del Ministero della salute sottolineano che sottoporre a screening l’intera popolazione con la Mantoux è una strategia costo/efficacia scarsa. Più ragionevole sarebbe giungere alla diagnosi precoce attraverso strategie di case-finding che sfruttino tutte le occasioni di contatto degli immigrati con il Servizio sanitario o con centri di volontariato.
(A cura di Mauro Iossa).
Added by: Mauro Iossa  
WIKINDX 6.7.0 | Total resources: 8010 | Username: -- | Bibliography: WIKINDX Master Bibliography | Style: British Medical Journal (BMJ)