Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Carletti Simona, Angelini Cristina, Rossi Elisa, Destrebecq Anne Lucie, Terzoni Stefano, Bonetti Loris. Traduzione e validazione in italiano della Behavioral Pain Scale Non Intubated patients (BPS-NI) per la valutazione del dolore nelle persone, non intubate, in condizioni critiche non in grado di riferirlo. Scenario 2016;32(1):4–13. 
Added by: Paola Cortesini (21/05/2016 09:24:31)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Carletti2016
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Infermieristica clinica, Infermieristica specialistica, Management, Metodologia dell'assistenza infermieristica
Sottocategorie: Complessità assistenziale, Comunicazione, Dolore, Dolore, Infermieristica basata sulle prove di efficacia, Infermieristica in area critica, Processo di assistenza, Protocolli, Qualità di vita, Rapporto infermiere-paziente, Scale di valutazione, Sicurezza, Sintomi, Valutazione infermieristica, Valutazione infermieristica
Keywords: Dolore, Terapia intensiva
Autori: Angelini, Bonetti, Carletti, Destrebecq, Rossi, Terzoni
Collezione: Scenario
Visualizzazioni: 2/1213
Indice di Visite: 21%
Indice di Popolarità: 5.25%
Allegati    
Abstract     
Introduzione: in Terapia Intensiva spesso risulta difficile oggettivare il dolore nelle persone che non sono più intubate, a causa di delirio o di un alterato stato di coscienza. A fronte di ciò è stata redatta la "Behavioral Pain Scale Non Intubated patients" (BPS-NI). L’obiettivo di questo studio è la validazione clinica, in lingua italiana, della scala.
Materiali e metodi: la scala è stata tradotta con il metodo della forward e back-translation. È stata valutata la sua validità di facciata e contenuto attraverso dei focus group con esperti. È stata fatta una valutazione del dolore in doppio e in cieco all'ingresso in terapia intensiva, prima e dopo due procedure non dolorose (cure igieniche, cambio della medicazione di un catetere venoso centrale e/o arterioso), prima e dopo due procedure dolorose (mobilizzazione della persona sui fianchi destro e sinistro). È stata quindi valutata l’affidabilità intervalutatore attraverso la determinazione del K di Cohen.
Risultati: il campione è costituito da 45 assistiti. Sono state effettuate in totale 782 misurazioni. La scala possiede un’ottima affidabilità intervalutatore (K=0.89), è stabile nelle sue misurazioni (rs(ND1,2)=0.55; rs(D1,2)=0.79), ha una buona consistenza interna (alpha compresi tra 0.73 e 0.83) e discrimina le procedure non dolorose da quelle dolorose. Il 53% dei soggetti non è stato in grado di riferire il proprio dolore; grazie al restante 47% si è valutata anche la correlazione tra BPS-NI(ITA) e NRS che è risultata molto significativa (rs tra 0.81 e 0.89.
Conclusioni: lo strumento consente un’affidabile valutazione del dolore in questa tipologia di persone e può migliorare la qualità dell’assistenza. La BPS-NI(ITA) è valida ed affidabile nella valutazione del dolore in soggetti deliranti, ricoverati in Terapia Intensiva, non tetraplegici.
Parole chiave: dolore, terapia intensiva, validità, affidabilità, valutazione del dolore, comportamento.
Added by: Paola Cortesini  Last edited by: Paola Cortesini