Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Di Cosmo Sara, Lusignani Maura, Manini Matteo, Accardi Roberto. Prevalenza e fattori di rischio di sovrappeso e obesità dopo il trapianto di fegato: Studio retrospettivo a tre anni dopo il trapianto. Professioni infermieristiche 2018;71(1):3–10. 
Added by: Tania Diottasi (12/11/2018 16:03:28)   Last edited by: Tania Diottasi (13/11/2018 15:36:34)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: DiCosmo2018
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Igiene, Infermieristica clinica, Infermieristica specialistica, Medicina
Sottocategorie: Chirurgia, Epidemiologia, Infermieristica in gastroenterologia, Segni, Trapianti
Keywords: Fattori di rischio, Obesità
Autori: Accardi, Di Cosmo, Lusignani, Manini
Collezione: Professioni infermieristiche
Visualizzazioni: 3/1034
Indice di Visite: 29%
Indice di Popolarità: 7.25%
Allegati    
Abstract     
(Trascritto dall'articolo).

Introduzione e scopo. L’incremento di peso si osserva frequentemente nei pazienti sottoposti a Trapianto di Fegato. Questa condizione é spesso associata allo sviluppo di altre complicanze che potrebbero influenzare la sopravvivenza a lungo termine. Tuttavia, i fattori di rischio non sono stati ancora chiarificati. Lo scopo dello studio è di rilevare la prevalenza di sovrappeso e obesità, e la variazione del BMI nei tre anni successivi al trapianto, e di identificare i fattori di rischio associati.
Metodo. Sono stati retrospettivamente reclutati i soggetti sottoposti a Trapianto di Fegato, presso la Fondazione IRCCS “ Ca' Granda – Ospedale Maggiore Policlinico” di Milano dal 1° Gennaio 2005 al 30 Giugno 2014. Sono stati reperiti parametri clinici, biochimici e farmacologici, alla dimissione e ad 1,2,3 anni dal trapianto di fegato.
Risultati. Sono stati inclusi 145 soggetti, 95(66%) uomini, 53 anni (44-59), 48(33%) affetti da Cirrosi HBV+HDV correlata, 30(21%) da Cirrosi Etiltossica. Alla dimissione il BMI dei soggetti era 21.9 Kg/m2 e la prevalenza di sovrappeso era del 14%; gli stessi parametri dopo 1,2 e 3 anni di follow-up erano, rispettivamente, 25.6 Kg/m2 e 40%, 25.5 Kg/m2 e 41%, 25.4 Kg/m2 e 37%. L’incremento medio di peso corporeo, durane il primo anni, è stato di 9.8 Kg(p<0.001) mentre solamente di 0.9 Kg e 0.5 Kg durante il secondo e terzo anno. Nessuna correlazione tra l’aumento ponderale e i parametri considerati.
Conclusioni. L’incremento ponderale e lo sviluppo di obesità sono preponderanti nel primo anno post trapianto; ciò è probabilmente dovuto alla dieta inadeguata e all’inattività fisica.


Added by: Tania Diottasi  Last edited by: Tania Diottasi