Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Villa Lucia, Terzoni Stefano, Galazzi Alessandro, Destrebecq Anne Lucie. I bisogni dei familiari dei pazienti ricoverati in Terapia Intensiva (Aperta Vs Chiusa). Scenario 2016;33(3):16–21. 
Added by: Daniela Forte (03/03/2019 17:30:52)   Last edited by: Daniela Forte (03/03/2019 17:33:39)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Villa2016
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Infermieristica specialistica, Metodologia dell'assistenza infermieristica, Metodologia della ricerca
Sottocategorie: Infermieristica in area critica, Rapporto operatori sanitari-famiglia, Scale di valutazione, Strumenti di rilevazione dati, Valutazione infermieristica
Keywords: Stress familiare, Terapia intensiva
Autori: Destrebecq, Galazzi, Terzoni, Villa
Collezione: Scenario
Visualizzazioni: 2/984
Indice di Visite: 29%
Indice di Popolarità: 7.25%
Allegati    
Abstract     

(Trascritto dall’articolo).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Introduzione: il ricovero di un proprio caro in terapia intensiva provoca un profondo cambiamento nella gestione della vita quotidiana della famiglia. Questa situazione fa emerge la necessità di svolgere ricerche che analizzino i bisogni dei familiari per comprenderne i problemi che sorgono durante la degenza in Terapia Intensiva (TI). Obiettivo: rilevare i bisogni dei familiari dei pazienti ricoverati in terapia intensiva confrontando le differenze emerse tra TI aperte e TI chiuse. Materiali e metodi: somministrazione del questionario Critical Care Family Needs Inventory (CCFNI) ai familiari dei pazienti di 8 TI dopo 36 ore dal ricovero. Risultati: i 66 questionari distribuiti sono stati compilati soprattutto dal coniuge o dal figlio/a. Non emergono differenze statisticamente significative tra i punteggi delle domande in funzione delle caratteristiche considerate nel campione ovvero: il grado di parentela del compilatore, la sua età, le ore di lavoro, il livello di istruzione, il tempo impiegato per giungere in ospedale, gli anni del paziente e le pregresse esperienze di ricovero. Discussione: i bisogni identificati come prioritari possono essere ricondotti in gran parte alla necessità di ricevere informazioni sufficienti e adeguate circa l’andamento clinico del paziente; quanto riscontrato è concorde con la letteratura. Conclusioni: sono da implementare e sostenere i modelli assistenziali e organizzativi che possano permettere al personale di intraprendere nuove strategie operative e creare strumenti in grado di accogliere le necessità manifestate dai familiari.