Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Angelini Fabio Giuseppe. La pubblicità sanitaria tra ethos ippocratico, diritto e concorrenza. Medicina e morale 2019;68(4):455–473. 
Added by: Assunta Musto (30/01/2020 08:30:48)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Angelini2019
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Economia sanitaria, Etica
Sottocategorie: Codici deontologici, Contabilità generale, Finanziamento servizi sanitari
Keywords: Andamento dei costi, Budget
Autori: Angelini
Collezione: Medicina e morale
Visualizzazioni: 7/864
Indice di Visite: 34%
Indice di Popolarità: 8.5%
Allegati    
Abstract     
(Trascritto dall’articolo).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     La pubblicità sanitaria costituisce un ambito di particolare interesse per verificare quale sia il bilanciamento proposto nell’ordinamento nazionale e sovranazionale tra queste due dimensioni complementari della professione sanitaria che, richiamando valori diversi e talvolta contrapposti, permettono di far luce sui pericoli di una politica del diritto e di un’interpretazione giurisprudenziale sempre meno capace di anteporre alle ragioni dell’economia quelle della natura umana e della tutela, sul piano giuridico, della dignità umana. Il presente contributo, prendendo spunto dal recente intervento del legislatore in materia di pubblicità sanitaria, intende analizzare la disciplina della pubblicità nell’ambito delle professioni sanitarie sia sotto il profilo squisitamente deontologico che giuridico, soffermandosi sul problema della funzionalità dei limiti previsti dall’ordinamento professionale rispetto alla tutela dei diritti fondamentali della persona e della loro compatibilità con la tutela della concorrenza.
Added by: Assunta Musto  Last edited by: Assunta Musto