Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Ferrara Francesco. La telemedicina al servizio dei pazienti con ileostomia per prevenire la disidratazione. AIOSS.it 2019;27(2):13–16. 
Added by: Anna Rosa De Tullio (03/02/2020 18:00:31)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Ferrara2019
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Infermieristica clinica
Sottocategorie: Eliminazione, Lesioni, Prevenzione, Tecnologie biomediche
Autori: Ferrara
Collezione: AIOSS.it
Visualizzazioni: 3/857
Indice di Visite: 32%
Indice di Popolarità: 8%
Allegati    
Abstract     

Introduzione: i pazienti con ileostomia di nuovo confezionamento incorrono in un elevato rischio di complicanze nel postoperatorio, con conseguente dispendio di risorse nel post-dimissione. Obiettivo: valutare, attraverso uno studio clinico di fattibilità, quanto la telemedicina possa essere utile nella gestione delle problematiche chirurgiche dei pazienti con ileostomia. Materiali e metodi: lo studio è stato condotto tra novembre 2014 e settembre 2015 e ha coinvolto cinque chirurghi e 60 pazienti. Per le visite in teleconferenza sono stati utilizzati gli applicativi FaceTime e tablet iPad2. Risultati: dei 60 pazienti arruolati soltanto 27 sono risultati idonei alla valutazione. Sono state condotte 44 visite virtuali e tali dati sono stati utilizzati per valutare la fattibilità di utilizzo della telemedicina come strumento di valutazione a distanza dell’output ileostomico. In 43 su 44 valutazioni virtuali la decisione da parte del chirurgo sul tipo di trattamento da adottare corrispondeva con la valutazione clinica condotta di persona. Conclusioni: la telemedicina può essere eseguita per valutare adeguatamente la produzione della stomia, come strumento di monitoraggio dell’ileostomia nella post-dimissione.
(A cura di Anna Rosa de Tullio).


Added by: Edvige Fanfera  Last edited by: Anna Rosa De Tullio