Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Patrizi Arianna, Bove Davide. Il corretto smaltimento degli escreti dei pazienti in trattamento con farmaci antiblastici. Indagine sulle conoscenze degli infermieri. Infermiere Oggi 2019;39(3-4):43–47. 
Added by: Simone Ciucciarelli (26/11/2020 10:45:44)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Patrizi2019
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Farmacologia, Gruppi occupazionali, Igiene, Infermieristica clinica, Infermieristica specialistica
Sottocategorie: Buona pratica clinica, Farmaci, Gestione dei rifiuti, Infermieri, Infermieristica in oncologia, Malpractice, Sicurezza sui luoghi di lavoro, Somministrazione terapia
Keywords: Antiblastici, Dispositivi di protezione individuale (DPI), Errore, Oncologia, Rischio chimico, Rischio clinico, Terapia antiblastica
Autori: Bove, Patrizi
Collezione: Infermiere Oggi
Visualizzazioni: 4/672
Indice di Visite: 36%
Indice di Popolarità: 9%
Allegati    
Abstract     
L'assistenza degli operatori sanitari a pazienti in trattamento con farmaci antiblastici, li espone a rischio di tipo chimico di tipo biologico, in quanto gli escreti di tali pazienti possono presentare tracce e residui dei farmaci. È fondamentale la conoscenza da parte degli operatori sanitari delle linee guida da seguire in caso di esposizione alla chemioterapia. Alcuni studi hanno dimostrato che c'è un enorme gap tra le conoscenze che hanno gli infermieri sulla chemioterapia e i loro comportamenti nelle attività lavorative. Scopo di questo articolo è quello di voler validare le conoscenze, indagare sulle attività svolte, analizzare i bisogni formativi degli infermieri coinvolti. L'adesione alle linee guida validate nonché l'utilizzo dei DPI porterebbe un miglioramento. nella manipolazione degli escreti contaminati salvaguardando così la salute degli infermieri. È altresì necessario incentivare gli infermieri a partecipare a corsi di formazione dedicati per avere una conoscenza responsabile dei rischi a cui si è esposto. 

[A cura di Simone Ciucciarelli.]