Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Meola Lorella. Auto-sorveglianza e governo: sguardi prospettici della mobile-health. Medicina e morale 2020;69(3):311–325. 
Added by: Giuliana Covelli (07/03/2021 18:24:45)   Last edited by: Edvige Fanfera (05/01/2023 14:26:17)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Meola2020
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Management, Sociologia
Sottocategorie: Sistema informativo, Sociologia della medicina, Sociologia della salute, Tecnologie biomediche, Trattamento dei dati personali
Keywords: Promozione della salute
Autori: Meola
Collezione: Medicina e morale
Visualizzazioni: 2/594
Indice di Visite: 36%
Indice di Popolarità: 9%
Allegati    
Abstract     

(Trascritto dall’articolo).
La mobile-health propone una crescente gamma di tecnologie digitali, che offrono soluzioni nella cura della salute e nella promozione del benessere. Pur contribuendo in maniera vantaggiosa alla prevenzione delle malattie e alla gestione delle patologie croniche in particolare, tuttavia la varietà delle tecnologie disponibili e l’ampiezza dei fini perseguibili sollevano perplessità rispetto alla regolamentazione e alla valutazione morale della mobile-health. L’articolo analizza le implicazioni etiche e politiche della natura ibrida delle tecnologie digitali, al confine tra promozione della salute e gestione dello stile di vita, evidenziando come esse si appropriano della vita dell’utente. Attraverso un meccanismo di auto-sorveglianza, la mobile health acquisisce dati ed elargisce raccomandazioni per una vita più salutare. Tale dispositivo, identificato nei processi di datificazione e modulazione delle condotte, è orientato all’ottimizzazione della vita, intesa come massimizzazione dei processi vitali, ovvero del loro funzionamento e del loro esito. L’ottimizzazione potrebbe comportare la riduzione della condotta umana a una moltiplicazione di prestazioni, attraverso le quali l’individuo cerca di migliorare se stesso ma, così facendo, egli stesso si rivela funzionale al profitto economico-produttivo, politico e organizzativo della società. L’ipotesi che si intende dimostrare è che l’auto-sorveglianza su cui si basa la mobile-health diviene una strategia di governo eteronomo delle condotte.