Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

WIKINDX Resources  

Mauro Lucia, Lorenzetti Claudia, Peghetti Angela, Casciato Stefano, Matarese Maria. Velocità di inoculazione dell’eparina sottocutanea per la prevenzione dell’ecchimosi e del dolore nel sito di iniezione. Infermiere Oggi 2018;26(1):30–31. 
Added by: admin (7/22/21, 2:04 PM)   Last edited by: admin (7/27/21, 11:20 AM)
Resource type: Journal Article
BibTeX citation key: Mauro2018
View all bibliographic details
Categories: Infermieristica clinica
Subcategories: Dolore, Sintomi, Somministrazione terapia
Keywords: Dolore, Gestione del dolore
Creators: Casciato, Lorenzetti, Matarese, Mauro, Peghetti
Publisher:
Collection: Infermiere Oggi
Views: 30/341
Attachments  
Abstract
L’obiettivo di questo articolo e’ valutare gli effetti della velocità di somministrazione dell’eparina sottocutanea sul dolore, sull’insorgenza di ematomi ed ecchimosi nel sito di iniezione in persone ospedalizzate o ambulatoriali che richiedono un trattamento con eparina non frazionata (ufh) o eparina a basso peso molecolare. I revisori hanno aggiornato una revisione pubblicata nel 2014 consultando le principali banche dati internazionali. I revisori hanno effettuato un’analisi delle bibliografie di riferimento degli studi inclusi e contattato gli autori di studi rilevanti o di studi in corso per identificare ed includere altri studi o per richiedere eventuali risultati disponibili. Non sono stati imposti limiti relativi alla lingua o altre limitazioni. Di 4006 studi reperiti 11 sono stati considerati eleggibili e solo 4 sono stati inclusi nella revisione. Tre dei quattro studi sono stati pubblicati successivamente alla precedente revisione pubblicata nel 2014. Gli studi sono stati condotti in Italia, (Palese et al., 2013), in Turchia (Sendir et al., 2015), (Zaybak et al., 2008) e in Cina (Zhao et al., 2016). I risultati di questa revisione suggeriscono che l’iniezione lenta sottocutanea di eparina può essere associata ad una minore intensità del dolore dopo 48 ore dall’iniezione rispetto ad una iniezione veloce. Tuttavia, la qualità dell’evidenza da cui derivano tali risultati è ancora bassa, per cui non è ancora possibile raccomandare la tecnica di inoculazione lenta rispetto a quella veloce.                                                                                          ( A cura di Fernando Barberini).    
  
WIKINDX 6.7.0 | Total resources: 7738 | Username: -- | Bibliography: WIKINDX Master Bibliography | Style: British Medical Journal (BMJ)