Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Florio Francesco Severino. La sperimentazione animale e il confine tra diritti ed etica alla luce dei recenti interventi della giurisprudenza . Sanità Pubblica e Privata 2021;40(3):59–71. 
Added by: Fernando Barberini (25/09/2021 16:36:34)   Last edited by: Fernando Barberini (27/09/2021 16:19:09)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Florio2021
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Medicina veterinaria
Sottocategorie: Legislazione veterinaria, Protezione degli animali, Sperimentazione animale
Keywords: Benessere, Biologi
Autori: Florio
Collezione: Sanità Pubblica e Privata
Visualizzazioni: 2/300
Indice di Visite: 26%
Indice di Popolarità: 6.5%
Allegati    
Abstract     
(Trascritto dall’articolo).
“È necessario che sia chi sperimenta a dover provare che non esistono alternative ad una sperimentazione invasiva sugli animali e foriera di sofferenze che la normativa europea e nazionale sul benessere animale, anche nelle sedi di sperimentazione, prescrive di evitare o ridurre entro rigorosi parametri fisiologici”. Con tale pronuncia il Consiglio di Stato affronta il problema del rapporto tra il diritto alla sperimentazione animale e la tutela degli animali, una questione complessa che ha radici lontane, che ha diviso il mondo scientifico di ieri e di oggi e che non ha mancato di generare anche delle implicazioni etiche e morali. Nel corso dei secoli il rapporto tra l’uomo e gli animali è stato influenzato da deformazioni ideologiche, pregiudizi che hanno caratterizzato per molto tempo la cultura della civiltà occidentale permeata da una visione antropocentrica dell’uomo e dall’idea della subordinazione ad esso di ogni altro essere vivente. “Saevitia in bruta est tirocinium crudelitatis in homines”, così recitava nel mondo latino Ovidio con cui concorderà poi anche San Tommaso d’Aquino nel XIII secolo. Ed è proprio nell’esaminare il percorso dell’evoluzione del rapporto tra l’uomo e gli altri esseri viventi, che non si può non evidenziare la continua ricerca di un bilanciamento di diritti e valori ispirato ai principi del rapporto tra diritto ed etica e la necessità di stabilire dei limiti invalicabili che regolino le relazioni tra l’uomo e gli animali garantendo ad essi un’adeguata protezione specie quando sono impiegati ai fini della sperimentazione scientifica. Con il presente lavoro, quindi, si intende analizzare la decisione del Consiglio di Stato attraverso una disamina della questione concernente il rapporto tra il diritto alla sperimentazione animale e la tutela degli animali alla luce dei principi giuridici e delle relative questioni etiche.