Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Arbia Monica, Anzani Annalisa, Prunas Antonio. L’utilizzo di app per incontri nella popolazione genderqueer: esperienze, vissuti e motivazioni. Psicologia della salute 2021(1):32–52. 
Added by: Valentina Biagioli (14/10/2021 18:43:21)   Last edited by: Valentina Biagioli (14/10/2021 19:48:37)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Arbia2021
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Etica, Psicologia, Sociologia
Sottocategorie: Comunicazioni di massa, Discriminazione, Omosessualità, Psicologia sociale, Sociologia dei processi culturali e comunicativi, Transessualità
Autori: Anzani, Arbia, Prunas
Collezione: Psicologia della salute
Visualizzazioni: 7/320
Indice di Visite: 29%
Indice di Popolarità: 7.25%
Allegati    
Abstract     

(Trascritto dall'articolo).
Background. Le persone genderqueer affrontano numerose sfide nel corso della loro vita e sono esposte ad un rischio aumentato di violenza e molestie dovute alla diffusione della cultura eterossessista e cisgenderista. Per ciò che concerne le relazioni sessuali e romantiche, negli ultimi anni, le app per incontri sono diventate sempre più popolari, cambiando il modo in cui le persone vengono in contatto con nuovi e potenziali partner. Scopo. Lo scopo di questo studio è quello di indagare le esperienze, le emozioni e le motivazioni delle persone genderqueer nell’ambito delle app per incontri. Attingendo alla cornice teorica delle microaggressioni gli autori hanno condotto tre interviste qualitative individuali con individui genderqueer adulti. Analisi dei dati. Per analizzare i dati emersi dalle interviste gli autori si sono serviti dell’analisi tematica. Risultati. Le esperienze dei partecipanti riflettono diverse forme di discriminazione, vittimizzazione ed oggettivazione ma anche forme più positive di interazione, sottolineando così il potenziale positivo delle applicazioni per incontri. I risultati hanno rivelato tre tematiche principali: 1) utenza, motivazioni e benefici relativi all’utilizzo di app per incontri, 2) self-disclosure, 3) esperienze nel contesto delle app per incontri. L’ultimo tema comprende, a sua volta, tre sottotemi: a) omologazione e morbosità, b) feticizzazione ed oggettivazione, c) delegittimazione e discriminazione. Nonostante i suoi limiti, questo studio potrebbe aiutarci a fare luce sull’impatto psicologico che le diverse esperienze vissute nell’ambito delle app per incontri hanno, sul benessere della minoranza genderqueer.


Added by: Valentina Biagioli  Last edited by: Valentina Biagioli