Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

WIKINDX Resources  

Minciullo Andrea, Colombo Benedetta, Renzi Erika, Filomeno Lucia. La gestione infermieristica della sedazione profonda in endoscopia digestiva: una revisione narrativa della letteratura. Scenario 2021;38(1):7–15. 
Added by: Daniela Forte (1/9/23, 5:20 PM)   
Resource type: Journal Article
BibTeX citation key: Minciullo2021
View all bibliographic details
Categories: Gruppi occupazionali, Infermieristica clinica, Infermieristica specialistica, Metodologia dell'assistenza infermieristica
Subcategories: Infermieri, Infermieristica in gastroenterologia, Interventi infermieristici, Somministrazione terapia
Keywords: Gastroenterologia
Creators: Colombo, Filomeno, Minciullo, Renzi
Publisher:
Collection: Scenario
Views: 28/329
Attachments  
Abstract
(Trascritto dall’articolo).
Introduzione: La “Società Italiana di Endoscopia Digestiva” (SIED) ha pubblicato un documento in cui riporta la possibilità di somministrare il Propofol da parte di gastroenterologi e infermieri di endoscopia adeguatamente formati. Al fine di garantire la qualità e la sicurezza della sedazione quando eseguita da personale non anestesista, è necessaria una formazione specifica e adeguata a facilitarne la corretta attuazione che deve essere conforme alle ultime raccomandazioni. Lo scopo di questo studio è verificare l’efficacia e la sicurezza della sedazione profonda in endoscopia gestita da infermieri.
Materiali e Metodi: è stata eseguita una revisione narrativa della letteratura all'interno dei principali database biomedici come MEDLINE, Cumulative Index to Nursing and Allied Health Literature (CINAHL), Scopus, PsyclINFO e Cochrane Central Register of Controlled Trials.
Risultati: il processo di revisione ha portato a un totale di 17 articoli idonei: tutti conformi ai criteri di inclusione. In letteratura la sedazione profonda gestita dall'infermiere sembra essere una pratica diffusa con un buon livello di sicurezza. Perché ciò sia possibile è necessario che l'infermiere sia adeguatamente formato e lavori secondo protocolli specifici.
Conclusioni: la sedazione profonda gestita da un infermiere con competenze avanzate in endoscopia digestiva sembra essere una pratica che offre un buon livello di sicurezza, efficacia ed efficienza per i pazienti con rischio anestetico lieve-moderato.
Added by: Edvige Fanfera  Last edited by: Daniela Forte
Notes
Presenti tabelle risultati della ricerca – articolo in lingua inglese
  
WIKINDX 6.7.0 | Total resources: 7738 | Username: -- | Bibliography: WIKINDX Master Bibliography | Style: British Medical Journal (BMJ)