Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

Risorse di WIKINDX

Basile Giovanni. Roboetica. Una nuova scienza? L'arco di Giano 2008(57):11–32. 
Added by: Laura Sabatino (14/01/2009 10:52:28)
Tipo di Risorsa: Articolo di Rivista
Chiave di citazione BibTeX: Basile2008
Invia la risorsa per email ad un amico
Categorie: Biologia, Etica
Sottocategorie: Bioetica, Biotecnologie, Biotecnologie sperimentali
Autori: Basile
Collezione: L'arco di Giano
Visualizzazioni: 1/1747
Indice di Visite: 14%
Indice di Popolarità: 3.5%
Allegati    
Abstract     
(Trascritto dall'articolo).
Stiamo assistendo da qualche tempo ai segnali di una invasione robotica. Ormai ogni giorno sui mezzi di comunicazione appare notizia dell’ultimo modello di robot giapponese che balla o suona la tromba, o della robottina di turno dall’aspetto umano che intrattiene i visitatori di qualche rassegna delle tecnologie. Per non parlare dei minacciosi progetti militari che stanno sviluppando le varie potenze mondiali. Su questo retroterra sta prendendo campo, dopo il quasi fallimento dell’Intelligenza Artificiale, il rilancio di robot coscienti, che potrebbero insidiare il primato dell’uomo come specie più intelligente del creato.
Sono così sorti i primi interrogativi, i primi dubbi che hanno spinto verso la riscoperta della dimensione etica della robotica. Da ciò nasce la necessità di dare un’etica alla robotica, quindi di fondare una una “roboetica”, che riguarda la progettazione e l’uso sempre più etico dei robot e delle macchine intelligenti. Siamo davanti alla necessità “di sapere che cosa dobbiamo fare”, domanda che non può essere elusa né rimandata. Non è però, soltanto un’esigenza di ordine pratico quella che ci costringe ad affrontarla. Oggi, all’alba di un nuovo millennio, che si prospetta ricchissimo di conquiste, l’essere umano è costretto dal suo stesso progresso a ripensare sé stesso. Il vero problema di fronte al quale ci pone la robotica è il problema della nostra identità, problema squisitamente antropologico: “vogliamo sapere chi siamo”. È la nostra identità, il fattore che ci costituisce come persone, soggetti, e deve essere questo il presupposto di ogni ulteriore discorso sull’uomo, anche tecnologico.
Added by: Laura Sabatino