Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

WIKINDX Resources  

Amicucci Matteo, Biagioli Valentina, Federico Piccioni, Dall'Olmo Christian, Tiozzo Emanuela. Motivazione del personale infermieristico, in servizio presso un Dipartimento di Oncoematologia Pediatrica, nello svolgimento di attività cliniche avanzate in autonomia. Infermiere Oggi 2021;31(3):24–29. 
Added by: Giuseppe Lestini (2/10/22, 3:24 PM)   
Resource type: Journal Article
BibTeX citation key: Amicucci2021
View all bibliographic details
Categories: Infermieristica specialistica
Subcategories: Infermieristica in ematologia, Infermieristica in pediatria
Keywords: Autonomia
Creators: Amicucci, Biagioli, Dall'Olmo, Federico, Tiozzo
Publisher:
Collection: Infermiere Oggi
Views: 13/257
Attachments  
Abstract
(Tratto dall’articolo)
INTRODUZIONE
In ambito pediatrico è sempre più importante che l’infermiere sia disposto al cambiamento e a rivestire ruoli avanzati come quello di esperto clinico. In Oncoematologica Pediatrica la figura dell’infermiere esperto, dopo un percorso di formazione benstrutturato e coadiuvato dal personalemedico, potrebbe eseguire inautonomia attività cliniche avanzatecome aspirati midollari e biopsieosteomidollari.Lo scopo di questo lavoro è descrivere il livello di motivazione del personale infermieristico in servizio presso un Dipartimento di Oncoematologia Pediatrica, nello svolgimento di attività cliniche avanzate in autonomia, come l’esecuzione di aspirati midollari e biopsie osteomidollari.
MATERIALI E METODI
È stato condotto uno studio pilota traversale descrittivo tra novembre e dicembre 2019 in un ampio ospedale pediatrico romano. È stato somministrato agli infermieri partecipanti un questionario online self-report con 30 item, suddivisi in tre domini: riconoscimento, prassi e cultura.
RISULTATI
Dai dati analizzati relativi a 33/50 infermieri (femmine=88%; età media=28,5±6,8), emergono diversi fattori considerati ostacolanti: la necessità di un ulteriore sviluppo delle competenze, l’iter normativo, la mancanza di incentivi economici, il sovraccarico lavorativo, e il divario tra teoria e prassi clinica.
Il dominio con una media più alta, ad indicare un più alto livello di fattori ostacolanti, è stato quello del riconoscimento (M=3,40; DS=0,73).
CONCLUSIONI
I risultati di questo studio pilota sottolineano l’importanza, per gli infermieri, del riconoscimento delle competenze avanzate e costituiscono una base per comprenderne gli ostacoli per gli infermieri in Oncoematologia Pediatrica.
  
WIKINDX 6.7.0 | Total resources: 7566 | Username: -- | Bibliography: WIKINDX Master Bibliography | Style: British Medical Journal (BMJ)