Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

WIKINDX Resources  

Bambi Stefano, Lucchini Alberto, Trevisan Monica, Piemonte Guya, Manici Matteo, Comisso Irene, et al.. La vestizione delle persone significative durante l’accesso alle visite ai pazienti adulti ricoverati in terapia intensiva. Entriamo nel merito (e nel metodo). Scenario 2020;37(3):23–23. 
Added by: Daniela Forte (12/18/22, 9:54 AM)   
Resource type: Journal Article
BibTeX citation key: Bambi2020
View all bibliographic details
Categories: Etica, Gruppi occupazionali, Igiene, Infermieristica clinica, Infermieristica specialistica, Metodologia dell'assistenza infermieristica
Subcategories: Igiene delle mani, Igiene e tecnica ospedaliera, Infermieri, Infermieristica in area critica, Interventi infermieristici, Linee guida, Omeostasi, Protocolli, Rapporto operatori sanitari-famiglia, Respirazione
Keywords: Dispositivi di protezione individuale (DPI), Igiene, Isolamento, Precauzioni standard, Procedure assistenziali, Terapia intensiva, Vie di trasmissione
Creators: Bambi, Bulleri, Comisso, Elli, Fusi, Iozzo, Lucchini, Manici, Marchese, Mattiussi, Negro, Piemonte, Rasero, Trevisan
Publisher:
Collection: Scenario
Views: 19/428
Attachments  
Abstract
(Trascritto dall’articolo).                                                                                                                                                                         Introduzione: Il concetto di terapia intensiva aperta prevede l’abbattimento delle barriere fisiche, comunicative e temporali rispetto al precedente modello di cura in area critica. A questi tre principi si stanno affiancando nuove sfide: la partecipazione dei familiari alle attività di nursing e al round di visita medica sul paziente. Al momento, però, rimangono aperte alcune importanti questioni, la mancata risposta alle domande che si pongono ancora oggi dietro il falso mito che vede il familiare come attore di interferenze con le cure e l’assistenza al paziente, e come portatore di infezioni alla persona oggetto delle visite. L’obiettivo del presente articolo è rilevare la presenza di evidenze scientifiche alla base delle attuali raccomandazioni sulle pratiche di vestizione dei visitatori in terapia intensiva. Metodi: revisione narrativa della letteratura. Risultati: utilizzando la stringa di ricerca in [ICU AND (visitor OR visiting) AND (infection OR precaution OR gown OR barrier)] su PubMed, sono stati rilevati 118 records (solo tre clinical trials e sei studi osservazionali). Da qui è facile dedurre come l’ambito sia estremamente povero di evidenze scientifiche, essenzialmente perché non viene praticata in modo sistematico una linea di ricerca. Conclusioni: considerando la frequenza con cui i microrganismi multiresistenti affliggono i pazienti ricoverati in terapia intensiva e la difficoltà che il personale di cura ed assistenza ha nel contenere la diffusione di queste colonizzazioni, potrebbe essere indicato assumere la regola per operatori e visitatori, di indossare i dispositivi di protezione individuale fino a prova contraria di assenza di colonizzazione/infezione data dai sistemi di sorveglianza microbiologica.
  
WIKINDX 6.7.0 | Total resources: 8010 | Username: -- | Bibliography: WIKINDX Master Bibliography | Style: British Medical Journal (BMJ)