Indice della
Letteratura Italiana di Scienze Infermieristiche

[banca dati bibliografica]
       
Progetto realizzato e curato dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Roma

WIKINDX Resources  

Alberti Sara, D'Iapico Giovanni, Volpi Paola, Bigliardi Maria Cristina, Borellini Erika, Canale Debora, et al.. L’attitudine alla centralità del paziente nella formazione con il paziente formatore: uno studio quasi sperimentale. Tutor 2023;23(2):5–8. 
Added by: Marianna De Bastiani (2/16/24, 9:13 AM)   Last edited by: Marianna De Bastiani (2/21/24, 11:22 AM)
Resource type: Journal Article
BibTeX citation key: Alberti2023
View all bibliographic details
Categories: Scienze della formazione
Subcategories: Apprendimento, Didattica, Formazione universitaria
Keywords: Metodi didattici
Creators: Alberti, Bigliardi, Borellini, Canale, D'Iapico, Ferri, Volpi
Publisher:
Collection: Tutor
Views: 12/61
Attachments  
Abstract

(Trascritto dall'articolo).
Introduzione: il coinvolgimento dei pazienti e caregiver nella formazione dei professionisti sanitari è considerato la chiave per lo sviluppo di competenze orientate alla cura centrata sul paziente e la famiglia. L’obiettivo del presente studio è valutare se il coinvolgimento del paziente e caregiver formatori è in grado di promuovere l’attitudine alla centralità del paziente negli studenti di Infermieristica.
Materiali e metodi: è stato condotto uno studio pre e post intervento su un campione di studenti del terzo anno del corso di studi in infermieristica dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Gli studenti, nel marzo 2023, hanno partecipato a un workshop co-condotto da un paziente e un caregiver formatori insieme ai tutor della didattica professionale. Prima e dopo il workshop, è stata somministrata loro la scala likert “The patient practitioner orientation scale”, validata in italiano, che misura l’attitudine alla centralità del paziente ed è costituita da due sottoscale, “Caring” che misura, nello specifico, l’apertura dei professionisti verso le aspettative, emozioni, e circostanze di vita come elementi da considerare nel processo terapeutico e “Sharing” ovvero l’apertura dei professionisti verso le aspettative, emozioni, e circostanze di vita come elementi da considerare nel processo terapeutico. Inoltre, è stata somministrata una scheda socio-anagrafica.
Risultati: dall’analisi dei dati è risultato un aumento statisticamente significativo del punteggio dopo l’intervento, e quindi una maggiore attitudine orientata alla centralità del paziente, sia per la scala totale sia per le singole sottoscale “Caring” e “Sharing”. I risultati mostrano inoltre una differenza statisticamente significativa tra maschi e femmine (p<0.001) e punteggi statisticamente più elevati in coloro che già possiedono una laurea (p=0.006). Non sono stati rilevate differenze statisticamente significative per nazionalità e tipologia di scuola superiore frequentata. Inoltre, i punteggi della scala aumentano all’aumentare del numero di esperienze pregresse dello studente con il paziente formatore, ma non risulta una significatività statistica. Discussione: i risultati di questo studio suggeriscono che il coinvolgimento del paziente e dei caregiver nella formazione infermieristica promuove l’acquisizione di attitudini di caring e sharing negli studenti. Lo studio inoltre suggerisce che l’inserimento del paziente e caregiver formatori in interventi formativi multipli è maggiormente efficace. Ulteriori studi dovrebbero validare questa ipotesi di ricerca. Conclusioni: l’insegnamento con il paziente e caregiver formatori è una didattica promettente per lo sviluppo di un modello di cura centrato sul paziente e la famiglia. Coinvolgere la persona assistita e il caregiver nella formazione costituisce un primo livello di engagement che prepara alla cura e ne promuove l’umanizzazione elevando la dimensione antropologica della stessa. Esiste un’eterogeneità di esperienze nazionali e internazionali ancora poco conosciute e riconosciute e una difformità di modelli di implementazione e valutazione di questa nuovo modo fare formazione. La ricerca è uno strumento imprescindibile per valutare la pratica educativa e fornirne linee di indirizzo.


Added by: Marianna De Bastiani  Last edited by: Marianna De Bastiani
Notes
Presente solo abstract.
Added by: Marianna De Bastiani  Last edited by: Marianna De Bastiani
WIKINDX 6.7.0 | Total resources: 8010 | Username: -- | Bibliography: WIKINDX Master Bibliography | Style: British Medical Journal (BMJ)